Vai al contenuto

2

Ciao a tutti!!!!

Io amo ascoltare la musica, sin da piccolissima i miei genitori mi hanno fatto ascoltare tantissima musica, ricordo che amavo Sergio Endrigo, De Andrè e i Beatles ❤️❤️❤️ (p.s. li amo ancora), e, ovviamente, questa passione non è mai deceduta.

Proprio ora sto ascoltando della musica mentre scrivo, perché, ad esempio, Spotify ci permette di ascoltare musica e nel frattempo usare altre applicazioni, però quando ero piccola, e la maggior parte del tempo tutt'ora, mio papà accendeva lo stereo oppure il giradischi e sparava della sana e innocua musica, perché, secondo me, le ultime generazioni, io compresa, non sa compiere molto azioni che per i nostri genitori erano normalissime: accendere uno stereo, mettere su un vinile (devo ammettere che ho ancora qualche problema con la puntina)... ma tutto ciò non ha tolto né a noi, né alle generazioni passate e nemmeno (spero) alle generazioni future l'amore e la voglia di fare musica, ballarla e sentirsi liberi di scegliere, ascoltare, provare il gente musicale preferito.

Negli anni sono state scritte molto canzoni meravigliose e piene di significati,come ne sono state scritte tantissime solo per divertire la gente, eppure nessuno ci ha mai privato della nostra musica (più o meno), perché è uno dei nostri diritti.

Negli anni la musica è passata dall'essere uno svago ad un lavoro e, soprattutto, ad un modo di esprimersi, di far capire ciò che siamo veramente, perché la musica non ha maschere, credo sia una delle poche cose sincere della società moderna.

E ormai ogni canzone ti porta a un ricordo, bello o brutto, che rimarrà per sempre nella mia mente, Il pescatore di De Andrè mi fa venire in mente tutte le volte che l'ho ballata con mia mamma, Perfect di Ed Sheeran mi fa pensare alle mie amiche e a tutte le volte che lo cantata insieme a loro nei corridoi, Great Balls Of Fire di Jerry Lee Lewis ad ogni volta che sono triste e mi rallegro solamente con il suono del suo pazzo pianoforte...

Questo è il mio pensiero personale sulla musica, perché ognuno deve sapersi esprimere liberamente, senza filtri, senza pregiudizi.

Anna

1

Questa è una semplice poesia,

che ti abbraccia dovunque tu sia.

Questa è una semplice poesia

che tutta la tristezza scaccia via.

Questa è una semplice poesia,

che ti fa viaggiare nella fantasia.

Questa è una semplice poesia

che vuole solamente strapparti un sorriso,

che vuole, con la sua brezza,

accarezzarti il viso,

che ti avvolge con la sua dolcezza

e, ti prometto,

ti terrà a sè sempre stretto.

Anna

Ciao!!! Come va? Spero che a voi vada a meraviglia, perché io sono contentissima della fine della scuola!!!!!

Oggi vi racconterò 12 curiosità su di me:

È si, sono molto più alta della media.. e infatti odio che la gente continui a dire "ecco chi li ha presi i miei cm" o "com'è il tempo lassù?"!

Quando ero piccola, ovviamente il mio colore preferito era il rosa, poi alle elementari ho scoperto il verde, l'azzurro e l'arancione, ma mi piacevano solo perché le mie "amiche" li adoravano, poi ho capito che il rosso mi era sempre piaciuto solo che era il "colore dei maschi" ma bisogna fregarsene!

Sebbene l'80% dei miei coetanei la adorino io la detesto! I testi non hanno un senso preciso, l'autotune è una specie di regola... secondo me non è vera musica, però rispetto le persone a cui piace.

Non so perché ma la maggior parte delle volte anche se è evidente che ha ragione, lo faccio... boh

Quando qualcuno prova a tirarmi per i polsi io mi libero subito, mi fa sentire in trappola, anche se quella persona ha buone intenzioni.

Secondo le ragazze della mia età un ragazzo bello dev'essere biondo, muscoli, fotogenico... per me un bel ragazzo è con gli occhi di due colori differenti, i capelli arancioni, mi piacciono anche le orecchie a sventola e le lentiggini, oppure un ragazzo hipster.

Un ragazzo mi disse: " Al mondo esistono 3 tipi di persone: quelle che come me odiano la matematica e quelli che la amano"! Io,la detesto, eppure sono abbastanza brava!

Già, da piccola le parole tipo: MAESTRA, FINESTRA, MINESTRA... per me erano MAETRA, FINETRA,MINETRA...

Quando ero piccola i miei nonni avevano un cane, Arci, io lo adoravo, quando è morto io ero tristissima... e da allora ogni volta che devo ricevere un regalo e mi chiedono cosa voglio io rispondo un cucciolo...

Sin da piccola non so mai stata nè interessata nè portata per danza o ginnastica artistica e per quante volte ho provato a fare una ruota non ce l'ho mai fatta... per questo pratico atletica!

Proprio così, in momenti di nervosismo io mi metto a parlare da sola in inglese, solo che prendo frasi da canzoni famose...

Io ho un fisico snello, però ho un sacco di pelle sulle braccia, sulle mani e sui gomiti, non me ne ero mai accorta, poi un mio compagno di classe mia dato un pizzicotto sul braccio e ho scoperto di essere un anti stress!

Grazie !

Anna

Ciao a tutti!

Finalmente la scuola è quasi finita e per celebrare questi ultimissimi giorni ho deciso di scrivere 3 limerick, cioè un breve componimento in poesia abbastanza nonsense, umoristico, che ha generalmente il proposito di far ridere o quantomeno sorridere.

Lo zoppo della cuccagna

Uno zoppo della Romagna

si ritrovò nel paese della cuccagna,

bevve e si ubriacò

è mai più tornò dalla cuccagna

quel vecchio zoppo della Romagna.

L'uomo lento di Milano

C'era un uomo di Milano

che camminava piano piano,

passo dopo passo raggiunse perfino Campobasso

quell'uomo lento di Milano,

che arrivò tanto lontano.

I gattini siberiani con le mani

Due gattini siberiani

volevano tanto guidare degli aeroplani,

così si fecero attaccare delle mani

quei due gattini piloti siberiani.

Ciaooooooo! È da un po' che non scrivo, mi dispiace moltissimo!

Oggi ho deciso di trattare un argomento particolare:

Da poco ho letto un libro molto famoso, Mio fratello rincorre i dinosauri, di Giacomo Mazzariol.

Racconta del rapporto tra lui e suo fratello Giovanni, affetto dalla sindrome di down, sin dalla sua nascita. Di come abbia imparato a vedere solo le cose meravigliose di Giovanni e ad apprezzare la sua sincerità e la leggerezza della sua quotidianità.

Insieme, Giacomo e Giovanni, hanno anche fatto un video su YouTube, questo video, The simple interview, è un colloquio di lavoro.

Questo libro mi è veramente piaciuto per la semplicità e per come è raccontato, sin dall"annunciazione" di Giovanni, poi durante l'adolescenza di Giacomo e fine ad ora.

Anna

Ciao a tutti e buona festa della mamma!

Io il sabato mattina e la domenica mattina a colazione mi prendo un libro o un fumetto. Questa mattina ho scelto un fumetto di Snoopy. Tra le tante vignette c'erano anche queste due dedicate alle mamme e ho pensato di pubblicarle:

Buona festa della mamma!

Anna

Dedicato a tutte le mamme.

A tutte le mamme che ogni mattino

svegliano il loro bambino.

Dedicato a tutte le mamme che sorridono,

che gridano,

che piangono.

Dedicato a tutte le mamme che non ci sono più,

anche se ci saranno per sempre,

in un cuore, nel ricordo del loro amore.

Dedicato a te, mamma, che

mi hai donato le parole

per dirti che se un giorno

ti diranno che nessuno ti vuole,

io ti vorrò sempre,

nei giorni, nelle ore.

Io per te aperto sempre,

avrò il cuore.

Anna